Calendario dell'avvento - ogni giorno prima di Natale una sorpresa per grandi e piccini

Calendario dell'Avvento 01 dicembre

 

 

1 dicembre
 

Mancano 24 giorni
a Natale

 


Torna al calendario

     

 

 

  


Scarica e stampa
I miei Originali
Auguri di Natale

 
 

  
Da sempre si vuole la sua personificazione in un forte vecchio rubicondo dalla barba bianca, residente al Polo Nord dove, secondo la tradizione, aiutato da numerosi gnomi costruirebbe dei giocattoli da distribuire come doni durante la notte di Natale, con l'ausilio di una slitta trainata da renne volanti e passando attraverso i camini delle case. Raggiunta una certa età, veniamo a conoscenza di una spiacevole realtà: Babbo Natale altro non è che un personaggio creato dalla fantasia.
Eppure Babbo Natale esiste, o meglio è esistito…
La vera storia di Babbo Natale narra infatti che egli sia esistito veramente. Il suo vero nome pare fosse Nicola, (poi San Nicola), che era vescovo della città di Myra in Turchia, in Italia è conosciuto anche come San Nicola di Bari, dal nome della città della Puglia che ne custodisce le spoglie a partire dall'XI secolo quando, le sue spoglie, o le presunte tali, che erano state deposte appunto a Myra, nel 1087, vennero trafugate da un gruppo di cavalieri italiani travestiti da mercanti e portate a Bari, città di cui divenne il santo protettore e dove sono tutt'ora conservate. San Nicola è all'origine della figura di Babbo Natale poiché, si racconta che dopo la sua morte portasse aiuto alle famiglie povere.

La leggenda vuole che il vescovo fosse entrato in possesso del santo Graal, grazie al quale poteva donare abbondanza e prosperità a chi ne aveva bisogno.


Una tra le storie più famose, confermata anche da Dante nel Purgatorio (XX, 31-33) è quella che racconta di tre giovani figlie di un nobiluomo caduto in disgrazia e perciò, divenute poverissime si videro costrette alla prostituzione. Nicola, addolorato dal pianto e commosso dalle preghiere del nobiluomo impossibilitato a maritare le sue tre figlie perché caduto in miseria, decise di intervenire lanciando per tre notti consecutive, attraverso una finestra, sempre aperta, del vecchio castello, i tre sacchi di monete che avrebbero costituito la dote delle tre ragazze. La prima e la seconda notte le cose andarono come stabilito.
Tuttavia la terza notte San Nicola trovò la finestra inspiegabilmente chiusa. Deciso a mantenere comunque fede al suo proposito, il vecchio dalla lunga barba bianca si arrampicò così sui tetti e gettò il sacchetto di monete attraverso il camino, dov'erano appese le calze ad asciugare, facendo la felicità del nobiluomo e delle sue tre figlie. In altre versioni posteriori, forse modificate per poter essere raccontate ai bambini a scopo educativo, Nicola regalava cibo alle famiglie meno abbienti calandoglielo anonimamente attraverso i camini o le loro finestre.

Nei paesi anglosassoni Babbo Natale è infatti chiamato Santa Claus, cioè San Nicola.
In ogni caso San Nicola divenne nella fantasia popolare "portatore di doni", compito eseguito grazie ad un asinello nella notte del 6 dicembre (S. Nicola, appunto) o addirittura nella notte di Natale. Il nome olandese del santo, Sinter Klass, venne importato in America dagli immigrati come Santa Claus, la cui traduzione in italiano è solitamente Babbo Natale. Oggi, però, Babbo Natale ha perso ogni connotazione religiosa e grazie all'inventiva dei pubblicitari di una nota bevanda, la CocaCola, statunitense divenne il vecchietto vestito di rosso che conosciamo. Negli USA è addirittura nata un'associazione che sostiene la sua esistenza e ne ricerca le prove, la Institute of Scientific Santacluasism.

S. Nicola, Vescovo di Myra
 

 

Stampa e
Colora
i disegni di Natale

 

 

Ecco tre ricette speciali, di facile realizzazione, per preparare dei biscotti che renderanno Babbo Natale "molto ben disposto" verso i bambini che gliene prepareranno un bel po' per la notte di Natale...

Ricette
 

Clicca Qui!

 

Link consigliato

 

Notizie, ricette , giochi e passatempi per trascorrere il Natale in allegria!

filastrocche.it


Scrivi a Babbo Natale
  

Letterina N° 1 Letterina N° 2 Letterina N° 3 Letterina N° 4 Letterina N° 5 Letterina N° 6 Letterina N° 7
 
Clicca sulla letterina che preferisci, stampala e scrivi a Babbo Natale e mi raccomando, per essere sicuro che arrivi a destinazione, falla imbucare da mamma o papà vedrai che sarai esaudito!  Mi raccomando, ricorda che più sarai stato in gamba e più potrai sperare di essere accontentato, ma non chiedere troppo, perche Babbo Natale deve pensare a tanti bambini e non puoi chiedere tutto solo per te!

Oh Oh Oh!!!
 

Per vedere e stampare i biglietti devi usare

"Adobe Acrobat Reader"
Clicca sul logo per scaricarlo gratis

acrobat.gif (2141 byte)

 

L’indirizzo per scrivere a Babbo Natale è:
 

Babbo Natale (che in finlandese si dice "Joulupukki")
Joulupukin Pajakylä
96930 Napapiiri
Finlandia


Naturalmente Babbo Natale si è modernizzato e riceve le e-mail all'indirizzo
joulupukinpaaposti@posti.fi e possiede anche un sito ufficiale dove potrete dare una sbirciatina alla sua casa http://www.santaclausvillage.info/it

 

 

Costruiamo
una mini-bag
portaregali

Per poter consegnare i miei pensierini di Natale, quest'anno, avevo bisogno di alcune bustine del tipo che solitamente si vendono nei supermercati proprio in questo periodo, ma, oltre che essere abbastanza costose (me ne occorrevano una trentina), erano anche poco appropriate come dimensione, così ho deciso di realizzarmele da solo e, come è mia abitudine, metterò la mia piccola esperienza a disposizione di quanti ne abbiano bisogno.... (Continua) >>>

   

Chiudi questa pagina e torna al Calendario
  

Dall'01/03/2003