Calendario dell'avvento - ogni giorno prima di Natale una sorpresa per grandi e piccini

Calendario dell'Avvento 01 dicembre

 

 

9 dicembre
 

Mancano 16 giorni
a Natale





Leggende di Natale


Torna al calendario

 
   
   

S. Nicola

Il più amato e conosciuto tra gli spiriti del Natale è S. Nicola.
Lo scalpitare del suo cavallo era avvertito sui tetti delle case nella notte della vigilia del 6 dicembre. Scivolava giù per i camini e riempiva di doni le scarpe e le calze dei bimbi più piccoli.
 

Alcune immagini e notizie di questa pagina sono tratte da "Miti & Leggende" di Hobby & Work

 

San Nicola, Santa Claus (o Klaus), Joulupukki, Sinterklaas, Kris Kringle, Ded Moroz, DjedDed Moroz (nonno Gelo) Božicnjak, ecc. in fondo è sempre Babbo Natale, che viene chiamato, a seconda delle tradizioni, con molti altri nomi! É una figura mitica presente nel folklore di molte culture che distribuisce i doni ai bambini, di solito, la sera della vigilia di Natale.
Anche in Italia Babbo Natale è una figura storicamente molto amata e si identifica, ormai, con San Nicola, anche se le due figure hanno origini storiche diverse.
JoulupukkiTutte le versioni del Babbo Natale moderno derivano dallo stesso personaggio storico, il vescovo San Nicola di Mira della città di Myra (antica città dell'odierna Turchia), di cui si racconta che fosse solito fare regali ai poveri. La leggenda di San Nicola è alla base della grande festa olandese di Sinterklaas (il compleanno del Santo) che, a sua volta, ha dato origine al mito ed al nome di Santa Claus nelle sue diverse varianti.
Babbo Natale è un elemento importante della tradizione natalizia in tutto il mondo occidentale, in America Latina, in Giappone ed in altre parti dell'Asia orientale.
In molte tradizioni della Chiesa ortodossa, Babbo Natale è identificato con San Basilio e porta i doni ai bambini il giorno di Capodanno, in cui si celebra la sua festa.
Le rappresentazioni di Babbo Natale sono anche strettamente legate al personaggio russo di Nonno Gelo (Ded Moroz), che porta i regali ai bambini ed è vestito con una giacca rossa, stivali di pelliccia e porta una lunga barba bianca. Una gran parte della iconografia di Santa Claus sembra derivare dalla figura di Ded Moroz, soprattutto attraverso il suo equivalente tedesco Väterchen Frost.

 

Nelle immagini: a sinistra, Joulupukki ed a destra, Ded Moroz o Died Maroz (Nonno Gelo)

 

La Notte
di San Nicola

 
La vigilia del 6 dicembre i bambini di mezza Europa non prendono sonno. Contano le ore, guardano dalla finestra, faticano a controllare l'eccitazione, si precipitano in strada per seguire il carro di San Nicola che sfila, come la carovana del paese dei balocchi, sotto la neve, fra pifferi e tamburi.
 

 

 

Scarica e stampa
I miei Originali
Auguri di Natale

Stampa e
Colora i disegni

di Natale

 

 

 

 

  Segui il viaggio di Babbo Natale sul Sito del Norad (servizio attivo dal 1 Dicembre)

  

Segui Babbo Natale sul Sito del NoradCome tutti gli anni il sito del NORAD seguirà il viaggio di Babbo Natale il 25 dicembre. Il NORAD è il comando di difesa congiunto USA/Canada, e si occupa della difesa nord-americana dal 1958.
Il NORAD è stato reso celebre nel 1983 dal film “Wargames – Giochi di guerra”, ed è tornato tristemente alla ribalta per non essere riuscito a contrastare l’attacco terroristico dell’11 settembre 2001.
Tutti gli anni il NORAD segue Santa Claus la notte di Natale. Per quale motivo? La spiegazione la troviamo sul sito del NORAD stesso:
“La tradizione ha avuto inizio nel 1955, quando Sears Roebuck & Co., a Colorado Springs, pubblicò un annuncio per bambini per telefonare a Babbo Natale, ma stampò un numero di telefono errato. Invece di Babbo Natale, il numero di telefono mise in comunicazione i bambini con la linea riservata operativa del comandante in capo del CONAD (il predecessore del NORAD). Il Direttore delle operazioni di quel periodo, il colonnello Harry Shoup, dispose che il proprio staff controllasse i radar alla ricerca di segnali di Babbo Natale che si dirigeva verso sud dal Polo Nord. Ai bambini che telefonavano venivano dati aggiornamenti sulla sua posizione, ed ebbe inizio la tradizione “.
“Da quel momento, gli uomini, le donne, le famiglie e gli amici collegati al NORAD hanno generosamente offerto il proprio tempo per rispondere personalmente alle telefonate e alle mail dei bambini durante la vigilia di Natale. Adesso seguiamo Babbo Natale anche su Internet. L’anno scorso, milioni di persone che volevano sapere dove si trovasse Babbo Natale hanno visitato il sito web del NORAD.”
“Infine, i media di tutto il mondo hanno fatto riferimento al NORAD quale fonte affidabile per fornire aggiornamenti sul viaggio di Babbo Natale la vigilia di Natale.”
Quindi se volete seguire il viaggio di Babbo Natale fatelo collegandovi al sito del NORAD, che sfrutta tutte le sue tecnologie per raggiungere questo importante scopo: http://www.noradsanta.org/
 

  
Chiudi questa pagina e torna al Calendario

 

Dall'01/03/2003