Top

 

 

  Il Presepe: Notizie e Tecniche...
  

  

 

 

          Piccolo tutorial per manutenzionare le nostre statuine del Presepe

A forma di idea - Sei sulla pagina "Ridipingiamo vecchie statuine...> Presepe > HomePage > Mappa del Sito

 

  

Angelo (click to enlarge)

 

 

 

Materiale occorrente

 

 
Dopo anni che avrei voluto comperare delle statuine più grandi delle mie vecchie da 12 cm, frenato anche dall'elevato costo per una sia pur minima serie, finalmente, qualche anno fa,  ho trovato una discreta occasione. Infatti, con una certa sorpresa, in un noto supermercato, tra i vari articoli dedicati al Natale, erano poste in vendita alcune statuine che notai subito sia per la discreta fattura che, soprattutto, per il prezzo abbastanza accessibile. I personaggi, erano delle buone copie in resina di una bella e nota serie della famosa ditta Fontanini, originariamente scolpite in legno dallo scultore Simonetti, Mi sono subito sembrati molto belli e vicini alle mie aspettative, e la loro dimensione, 20 cm, faceva proprio al caso mio. Inoltre il loro prezzo molto contenuto: 6,50 euro cadauno, mi consentì di acquistare una serie composta da 16 pezzi. Purtroppo come quasi sempre succede per i prodotti creati per un mercato un po' più commerciale, le rifiniture lasciano quasi sempre a desiderare, ed in effetti, notai subito che la colorazione non era particolarmente curata. Mi ripromisi così di provvedere già dall'anno successivo al restauro di tutti pezzi, ma poi, per varie vicende, fino allo scorso anno li ho usati così come li avevo acquistati. La cosa che mi ha fatto finalmente decidere a ridipingere tutte le mie statuine, è stato il fatto che oltre alla scarsa accuratezza della colorazione, erano anche dipinte con un tipo di vernice che rimaneva particolarmente lucida e, nel presepe dello scorso anno, dove avevo curato particolarmente l'illuminazione, questo fatto aveva creato un bruttissimo effetto lucido, molto falso. Eccomi dunque a lavoro per risolvere il problema. Va detto subito che i colori adoperati e che senz'altro consiglio, sono gli acrilici, anche se dato che i miei non sono del tipo opaco, ho dovuto usare l'accorgimento di mescolare ad essi un po' di colore a tempera per renderli più opachi possibile. Naturalmente si possono anche acquistare direttamente acrilici opachi, ma io già li avevo ed ho dovuto perciò ricorrere a questo piccolo trucco.

 

I materiali occorrenti, (vedi Foto) sono dunque i seguenti:

  • Colori acrilici opachi, o in mancanza acrilici normali + tempere;

  • Pennelli di diverse dimensioni possibilmente di ottima qualità (martora sarebbe il massimo anche se sono un po' più costosi) Numeri consigliati 3/0, 10/0, 1,2,4,6, tutti rotondi; poi qualche pennello un po' più grande per le campiture più vaste.

  • un flacone di spray aggrappante o ancorante trasparente  per materie plastiche.

 

 

Bambino Gesù (click to enlarge)
 

Maria (click to enlarge)
 

Re Mago Melchiorre (click to enlarge)

 

 

 

 

 

 

 

Pastore suonatore (click to enlarge)

 

 

 

 

Tutti i personaggi (click to enlarge)

 

Vediamo ora come procedere:

Prima di tutto occorre pulire bene ogni singola statuina, quindi trattarla con lo spray aggrappante, spruzzandolo su tutta la superficie da una distanza di circa 30 cm in modo uniforme e rapido senza che si formino scolature o eccessi di materiale. L'aggrappante, normalmente, asciuga molto velocemente comunque basta attenersi ai consigli sulla confezione. Mediamente, dopo 15/30 minuti dall'applicazione può tranquillamente essere dipinto.

Procedere quindi a preparare una opportuna tavolozza di colori per le nostre esigenze. Molto dipende dal nostro modo di organizzare il lavoro: si può decidere di dipingere prima tutte le parti dove si deve usare un certo colore e prepararne una discreta quantità per evitare di dover fare tonalità troppo diverse: ad esempio decidere di dipingere tutte le parti del corpo a nudo (mani, piedi, visi). Io personalmente preferisco completare un personaggio alla volta a parte le pecore che essendo simili le ho realizzate tutte insieme.

Accorgimento: Dato che gli acrilici, come anche le tempere si asciugano relativamente in fretta, e diversamente da queste ultime non possono più essere diluiti divenendo così inutilizzabili, una volta messi sulla tavolozza, durante le fasi di sospensione del lavoro, ripongo la tavolozza stessa in un tupperware sul fondo del quale ho disposto un pezzo di gommapiuma opportunamente sagomata secondo il contenitore ed imbevuta di acqua in modo da mantenere l'umidità e quindi la fluidità del colore per molto tempo.
Le tecniche da usare sono diverse a seconda dell'effetto finale che si vuole ottenere. le statuine, infatti, possono essere dipinte lasciando i colori naturali simili alla realtà, oppure possono essere invecchiate con diverse procedure. In questo caso io ho scelto i colori naturali che maggiormente si intonano con lo stile del mio presepe per il quale tendo al massimo realismo. In un successivo tutorial tratterò eventualmente altre tecniche. In linea di massima è molto importante agire con calma cercando di evitare sbaffi di colore, soprattutto nelle zone delle statuine particolarmente difficili da raggiungere, dipingendo con pazienza i contorni dei vari colori. Per dipingere gli occhi si consigli l'uso di pennelli piccolissimi 3/0 per il bianco e addirittura 10/0 per la pupilla. Il piccolo riflesso bianco per dare brillantezza alla pupilla può essere realizzato col pennello più piccolo che avete, ma se non avete la mano particolarmente ferma, conviene usare un piccolo accorgimento: la punta di uno stuzzicadenti appena immerso nel colore appoggiato delicatamente ma con decisione nel punto desiderato. (Magari sarà opportuno fare qualche prova prima di dipingere il definitivo) Nella pagina riporto alcune foto prima e dopo l'operazione dato che, credo, un'immagine vale più di mille parole. Ultimo consiglio, alla fine del lavoro sarà opportuno, per una migliore conservazione delle statuine, trattarle con uno spray protettivo trasparente (RIGOROSAMENTE OPACO).

Online dall'1/03/2003