Top

 

 

  MOSTRA IL TUO PRESEPE: Pagina dedicata a...
A forma di idea - Sei sulla pagina "Dedicata a...  - Raffaele Tiscione>  Menù Presepi >  Natale e Presepe  > HomePage  > Mappa del Sito
 

     

 

 

... Passavo tanto tempo vicino a mio padre osservandolo mentre faceva il presepe e rimanevo affascinato da quell'arte, ai miei occhi magnifica, sognavo anch'io un giorno di poter diventare come lui e di poter mettere a frutto quei giorni passati davanti a colla di pesce e sughero. Quel giorno è arrivato e vorrei che mio padre potesse vedermi...

  " La Natura Crea Il Presepe... e non solo "
     

RAFFAELE TISCIONE nasce a Napoli nel 1949 e la sua passione per il presepio nasce praticamente con lui, infatti, sin da piccolo, si appassionava, estasiato, ad ammirare il  padre che, come il grande Eduardo nella famosa commedia "Natale in casa Cupiello" ne costruiva uno molto grande con sughero e giornali, assemblandone pazientemente le varie parti  con colla di pesce e di farina. Fu così che Raffaele apprese l'arte del padre ereditandone anche i valori di religiosità e tradizione.


Il suo percorso artistico, iniziato con una vasta produzione pittorica di opere realizzate ad acrilico su legno e cartoncino, sfocia prepotentemente, nel 1995, in una vera e propria passione travolgente per il presepio. Coinvolge in questa passione anche la moglie Anna Maria, che inizia a realizzare, in un primo momento quasi per gioco,
statuine di Pulcinella, targhe con proverbi e detti popolari, composizioni di fantasia rappresentanti portafortuna, scene e mestieri napoletani. Produce piacevoli scorci di vecchie case dipinti su antichi coppi; il tutto, creato esclusivamente con materiali di riciclo, è realizzato e dipinto a mano, curando, con attenzione maniacale, particolari e dettagli. Anche i figli prendono parte a questo progetto, questi ultimi collaborando alla realizzazione di un sito internet (www.presepiinminiatura.it) al fine di promuovere quest'attività.

Raffaele
sviluppa il tema "La Natura Crea il Presepe" ed inizia a costruire piccoli presepi con materiale ecologico raccolto nei boschi e sulla spiaggia (legno, rami e corteccia d’albero, sassolini, muschio e lichene), in seguito affina la sua scelta prediligendo materiale di riciclo (gusci di frutti di mare, di frutta secca e non, radici di alberi da fiume e qualsiasi oggetto di forma strana che stimoli la sua fantasia).


Egli sostiene che i
l presepio così concepito deve essere quanto più piccolo possibile:

-  la Natività (parte centrale), espressione della famiglia; 

- il Paesino (piccolissime casette di sughero intagliate e dipinte a mano);

il tutto, con fantasia e amore, assume un’unica forma, che rappresenta la casa/famiglia, coniugando il fascino e la bellezza della natura, che a sua volta crea forme uniche ed irripetibili.

 

Scrivi a Raffale Tiscione

    

Foto 1 - Pigna grande del tipo "classico", con prospettiva da lontano del paesino arroccato sulla cima più alta. I pastori sono in alabastrino dipinti a mano dall'autore.

  

Foto 2 - Composizione di pietre del Garda, suggestiva in quanto tutta la scena è molto raccolta.

 

Foto 3 - Presepe costruito da uno spicchio di corteccia d'albero poggiato su una base di sughero, il tutto adornato con ciuffetti di muschio e piccoli alberelli.
  

 

Il paesino è come sempre sulla parte superiore dell'opera. La sacra famiglia è completata dai re magi.

 

Foto 4 - Natività incastonata nel passaggio della "fune" di un galleggiante di una rete da pescatore. Il paesino è sul crinale; il tutto poggiato ora su una vongola, ora su sughero. La natività è in alabastrino dipinta a amano dall'autore.

 


Ospito con piacere Raffaele e la sua creativa famiglia in questo spazio dedicato all'arte presepiale ed ai suoi autori più o meno noti, che, spero, da queste mie pagine, acquisiscano quella visibilità che meritano per il loro impegno e la loro creatività spesso geniale. In particolare i lavori di Raffaele sono senz'altro di ottimo livello, sia per l'originalità che per la fantasia creativa che lo porta a realizzare scene presepiali praticamente con tutto ciò che si può reperire in giro.  Anche semplici ed umili oggetti di riciclo, nelle sue mani, acquistano il fascino e l'incanto della creazione, non sempre semplice, date anche le dimensioni di alcuni pezzi davvero piccoli e la non sempre facile scelta compositiva che lo porta ad integrare perfettamente la sua costruzione scenica con il supporto prescelto che come già detto può essere qualunque cosa. In questa pagina naturalmente non riporto tutta la produzione, per altro vastissima, di Raffaele, ma  invito i miei visitatori a fare un giro sul suo sito web che ho trovato davvero interessante, per godere appieno della fantasia creativa di Raffaele e della sua consorte nella vita e nell'arte.
 

 

 

Online dall'1/03/2003