Vignetta pubblicata sulla Gazzetta di Foligno del 4 Settembre 2005 a pag. 4 "Il Palio della Quintana di settembre è troppo moderno"                 

Daniele Binucci, autore del pezzo, esordisce domandandosi: "Cosa sognano tutti i contradaioli durante il periodo della Quintana? Facile: poter mettere le mani sul Palio, segno tangibile della vittoria della Giostra e materializzazione delle emozioni - altrimenti impalpabili - provate durante la corsa dei cavalli intorno al dio Marte. I sogni sul Palio della Quintana numero 59, però, rischiano di tramutarsi in brutti incubi." ed aggiunge, tra l'altro: La realizzazione del discusso Palio della Rivincita (2005) è stata commissionata all'artista australiana Virginia Ryan. Si tratta di un'opera d'arte realizzata tramite tecnica digitale: fotografie rielaborate al computer in cui posano alcuni rionali in abiti moderni, con indosso accessori d'epoca, come cappelli con le piume e gorgiere." L'articolo prosegue con spiegazioni più dettagliate: "L'idea alla base dell'opera è condivisibile e anche auspicabile, ma la realizzazione ha scontentato e inorridito troppe persone, per non rinfocolare la polemica sull'eccentricità di alcuni degli ultimi Palii. Come dimenticare, infatti, l'infinita e recente querelle con annesso strascico giudiziario, che innescò il Palio (2004), poi ritirato, del pittore americano Jeffrey Isaac, raffigurante un improbabile San Feliciano nudo a cavallo, con la lancia in resta. Addirittura, alcuni pensano che lo stendardo in palio a settembre offenda i quintanari e il loro spirito."